Spoiler - "Uno dei più influenti esperti nel campo del doppiaggio decide di raccontare per la prima volta al mondo la storia di un doppiatore italiano"

La storia che migliaia di fan stavano aspettando è pronta!

La vicenda di...

Riccardo, ormai trentenne, credeva che diventare doppiatore fosse un “sogno da bambini”, finchè qualcuno non arrivò alla sua porta per risvegliare il suo desiderio più grande…

Attenzione:

Guarda il video qui sotto per scoprire quanti migliaia di fan sfegatati seguono il doppiaggio

“Le voci dei film e cartoni animati ci hanno sempre appassionato“

Il 90% di questi appassionati non vuole perderselo

Rivolta ad un pubblico di Giovani e Adulti attirati dal mondo del:

Doppiaggio:

Vedi voci famose in italia e nel mondo, oggi anche star del web.

Alcuni esempi:

Maurizio Merluzzo

Attore e doppiatore con 1.300.000 fan su YouTube

Arianna Craviotto

Imitatrice, con 20.000.000 fan su TikTok 

Luca Ward

 Attore e doppiatore con 1.100.000 fan su Facebook

e moltissimi altri...

Cosplay:

Il mondo cosplay da anni attira il doppiaggio - vedi ospiti di eventi internazionali come il Lucca comics.

Manga:

Migliaia di giovani e adulti sono appassionati di fumetti manga e in particolare delle loro voci italiane più famose.

Disclaimer:

La storia che sto per presentarvi creerà empatia con lo spettatore perché saprà risvegliare in lui un desiderio o una passiona che sentiva perduta e irrealizzabile.

State cercando una storia di tendenza ma mai raccontata?

Questi sono solo alcuni degli argomenti che affronterà il film:

  • Il ruolo fondamentale della donna 

La donna per l’uomo sin dall’antichità ha assunto un ruolo primario, in quanto mentore e musa ispiratrice. All’interno di questa storia Sofia, la compagna di Riccardo, una ragazza colta e appagata, sarà colei che spronerà il compagno a riprendere in mano la sua vita nel realizzarsi come doppiatore e uomo.

  • Il desiderio di riscatto da adulti

Secondo gli ultimi studi: “ solo una persona su 5 ricopre il ruolo che aveva sognato durante l’infanzia “

Questa posizione li porta nel più dei casi a sentirsi ingabbiati e infelici all’interno di una vita che non li accontenta a pieno.

Proprio per questa ragione all’interno di questa storia sarà affrontata la tematica del riscatto, visto come desiderio di riconquista della libertà nel realizzare sogni e passioni di quando eravamo bambini.

  • Il mondo epico del doppiaggio 

Negli ultimi anni i doppiatori sono diventati noti al pubblico non solo come voce ma anche come volto. Ciò nonostante la figura del doppiatore rimane ai più ancora misteriosa e affascinante.

Proprio per questa ragione sarà rappresentato il mondo del doppiaggio attraverso un linguaggio attraente e leggendario, per un pubblico desideroso e affiatato di scoprire cosa si nasconde dietro il percorso per diventare doppiatore.

Qui sotto troverete il moodboard di presentazione:

(breve sinossi)

È la storia di Riccardo, un giovane ragazzo di origini sicule, che una volta terminato il liceo è convinto di voler diventare doppiatore.

La sua famiglia nonostante lo sostenga moralmente, vive una situazione di crisi economica. L’unica possibilità del ragazzo è quella di ottenere una borsa di studio presso un’importante scuola di doppiaggio romana.

Ma Riccardo fallisce il provino perdendo così il sogno di diventare doppiatore.

Dieci anni dopo si è costruito una nuova vita. Lavora come commesso presso un’importante centro di elettrodomestici e convive con la compagna Sofia, ragazza colta, realizzata, e laureanda in lettere antiche.

La nuova vita sembra accontentare il ragazzo fino a quando alla sua porta non si presenterà Maat, (35), origini egiziane, che 10 anni prima aveva assistito al suo provino nella scuola. 

Oggi Maat è direttore della stessa accademia, ed è tornato da Riccardo per presentargli nuovamente l’occasione di entrare nel mondo del doppiaggio.

Riccardo rifiuterà più volte la proposta fino a quando l’amico e collega in negozio Jimmy, origini africane e appassionato di chitarra morirà in un incidente stradale. Probabilmente per un suicidio, dato che ormai da anni tutti intorno a lui, tranne l’amico Riccardo, volevano che abbandonasse la sua passione viscerale per la chitarra.

È in questo momento tragico che Riccardo, spronato dalla compagna Sofia,  decide di lasciare il suo lavoro di commesso per tentare nuovamente la strada di doppiatore.

Dopo un percorso tortuoso, ricco di ostacoli e tentativi di abbandono, nel quale il ragazzo sarà appoggiato dalla compagna Sofia e dallo stesso Maat, ormai diventato suo mentore, Riccardo riuscirà a guadagnarsi finalmente un ruolo nel mondo del doppiaggio.

Tema e Luogo

Il tema su cui gravita il film è la passione. Chi di noi da bambino non aveva una passione che avrebbe voluto trasformare in lavoro?

La vita però attraverso una serie di eventi,  spesso ci porta fuori strada e una volta adulti abbandoniamo quel desiderio e ci accontentiamo.

Talvolta quel sogno infantile non ritorna più ma in altri casi resta dentro di noi e se non lo liberiamo, finisce per renderci infelici e insoddisfatti.

Riccardo dopo il provino fallito da ragazzo, abbandona il suo sogno di diventare doppiatore.

Fino a quando, ormai trentenne, tutti intorno a lui; a partire dalla compagna Sofia, la madre, l’amico chitarrista e il nuovo direttore della scuola Maat, si accorgono che senza il doppiaggio il ragazzo ha perso letteralmente la voglia di vivere.

Ed è cosi che il protagonista ad un certo punto della vita, farà quello che ognuno di noi sogna di fare. Accetta di perdere il suo equilibrio ottenuto negli anni per tentare di realizzare un desiderio che non ha alcuna certezza, ma che in fondo lo fa sentire nuovamente vivo.

Oltre ai vari studi di doppiaggio come la Fono Roma. I fatti si svolgono a Genazzano e negli interni/esterni di un grosso centro commerciale. 

Personaggi:

Riccardo

Ipotesi Nicolas Maupas.

Diciannovenne, ultimo anno di liceo, aspirante doppiatore, deciso e motivato.

10 anni dopo perderà alcune di queste qualità che a seguito di un percorso pieno di ostacoli riuscirà a riconquistare.

Sofia

Ipotesi Clara Boccini.

Venticinquenne, brillante laureanda in lettere antiche, positiva e determinata. Sarà colei che accompagnerà Riccardo nel raggiungere il sogno di doppiatore.

Barbara

Ipotesi Valentina Ludovini.

Quarantacinquenne, madre di Riccardo. Dolce e premurosa nei confronti del figlio ma al tempo stesso convinta delle sue qualità.

Note di regia:

Per il genere di racconto mi sono sicuramente ispirato al primo Rocky e al suo desiderio di riscatto. Da pugile fallito, e ormai trentenne, ottiene il suo successo quando viene chiamato, per un colpo di fortuna, a sfidare il campione dei pesi massimi in carica.

Per quanto riguarda il ritmo, la fotografia e alcune ambientazioni del racconto ho tratto ispirazione invece dai lungometraggi di Christopher Nolan, in modo particolare dal film Batman Begins

Per creare questa storia, oltre ai riferimenti cinematografici, mi sono basato sui racconti reali che i doppiatori stessi, con i quali collaboro da anni, mi hanno condiviso.

Motivazioni Personali

Ma il vero motore che mi ha spronato a raccontare questa vicenda è stato l’incontro con il mondo del doppiaggio che ho avuto personalmente all’età di 20 anni.

Oggi sono direttore artistico di doppiaggioincarrozza, una scuola di voce e crescita personale che conta più di 10 professionisti del settore tra i più noti del panorama italiano con centinaia di studenti che hanno intrapreso questo percorso ottenendo risultati importanti. 

Ma questa posizione per me fino a qualche anno fa era impensabile, perchè mi portavo dietro sin dall’adolescenza un problema importante…

All’età di 6 anni inizio con la danza classica, che abbandono da adolescente. Terminato il liceo, voglio diventare medico  ma una volta falliti i due test d’ingresso mi trovo catapultato per caso nel mondo della recitazione. Inizio sin da subito ad ottenere i primi ruoli come attore e quando dopo tante fatiche mi si presenta l’opportunità di ottenere un ruolo da protagonista, fallisco il provino. Quel giorno riaffiora il problema che mi portavo dietro sin dall’adolescenza, la mia voce. Lo strumento che più mi creava imbarazzo isolandomi dal mondo circostante.

È in questo periodo di crisi che per necessità trovo lavoro come consulente all’interno della Fono Roma. Qui ho modo di conoscere “ l’olimpo delle voci “. Inizio a frequentare i vari studi di doppiaggio ammirando la maestria e l’eleganza con la quale i doppiatori modellano le loro voci.

Finché un giorno un noto direttore di doppiaggio, conoscendo il mio passato da attore, mi chiede di fare un provino al microfono. Tento in un primo momento di deviare la proposta ma alla fine decido di accettarla.

Ricordo quel giorno come se fosse ora.

Il direttore mi chiede prima di guardare la scena e poco dopo di recitarla. Ed è proprio in quel momento che comincio a sudare, tremare e avvertire un nodo alla gola che mi blocca il respiro.

Nonostante questa reazione, con tanto sforzo riesco comunque a terminare la prova.

Sto per abbandonare la sala quando lo stesso direttore ed il fonico mi di fermano chiedendomi di ascoltare la registrazione. In quell’esatto istante mi pietrifico, il fonico digita play e appena sento la mia voce registrata, avverto subito due sensazioni potenti. La prima è un desiderio di fuga, mentre la seconda è una sensazione nuova che mi fa sentire finalmente libero, leggero.

Una volta uscito da quello studio si presentano di fronte a me due strade. Continuare a negare il mio problema che fino ad allora mi aveva danneggiato la mia vita personale e lavorativa, oppure affrontarlo una volta per tutte. Prendo la seconda strada, iniziando cosi a studiare con vari doppiatori, registi, e passo dopo passo arrivo a risolvere il mio problema. Di li a poco arriverà l’ idea di fondare doppiaggioincarrozza, una scuola che ad oggi conta centinaia di studenti con svariate testimonianze di successo.

È da questo percorso personale e lavorativo che dopo alcuni anni, nasce il desiderio, quasi ossessivo, di creare una storia legata ad un doppiatore.

Il ruolo del protagonista Riccardo è un esempio non solo per gli appassionati di doppiaggio, del mondo cosplay e di quello delle anime ma per tutti coloro che avvertono dentro di se un desiderio di riscatto verso una passione perduta.

Spesso molti di noi, arrivati ad un certo punto della vita, presi da obblighi e doveri, si dimenticano di quel piacere che un tempo li rendeva felici. Talvolta per la paura di deludere noi stessi o qualcuno che amiamo continuano a far finta di non averne bisogno generando cosi dentro di noi un senso di insoddisfazione e rabbia. Riccardo invece affronterà queste paure sconvolgendo la sua vita adulta, per raggiungere il sogno di bambino.

Sia per la visione che hanno all’estero delle voci italiane, riconosciute e ammirate dalle stesse star Hollywoodiane, che per i conflitti umani e universali che il protagonista dovrà affrontare. Questo lungometraggio potrà essere accolto e apprezzato in Italia e all’estero. 

Decisivo è anche il ruolo della donna che in questo racconto assume una posizione centrale per il successo del protagonista.

Autore e Regista –

Mattia Rigatti

Direttore artistico ed ex consulente presso la Fono Roma. 

In campo artistico inizia con la danza classica alla quale si avvicina all’età di 6 anni, prosegue con il teatro e il cinema. Studia recitazione in italia con un’esperienza di studio negli stati uniti ( Los Angeles ). All’età di 23 anni inizia a lavorare come consulente presso la Fono Roma. 

Qui ha modo di assistere, apprendere e collaborare per numerosi anni, con doppiatori, attori, direttori di doppiaggio, registi tra i più noti del panorama italiano.
Negli ultimi anni si dedica allo studio della comunicazione a 360 gradi con formatori e imprenditori noti in italia e all’estero. 

Nel 2017 fonda e gestiste doppiaggioincarrozza, azienda di formazione nel campo della voce nelle sedi di Firenze e Milano. Ad oggi conta più di 10 collaboratori e centinaia di studenti che hanno intrapreso questo percorso ottenendo risultati importanti. 

Parallelamente agli anni della scuola inizia a sviluppare una forte ossessione per la macchina da presa e la scrittura. Inizia cosi a scrivere e girare, video-documentari, spot e corto-metraggi selezionati in festival nazionali e internazionali.

Importante prima di lasciarci:

Stiamo presentando questa storia alla vostra casa di produzione perché a seguito di un’indagine abbiamo ritenuto la vostra line up produttiva idonea a questo genere di lungometraggio.

Detto ciò manterremo l’esclusività del progetto per un periodo di tempo limitato.

Dopodiché ci rivolgeremo ad un’altra produzione da noi opzionata qualora non ricevessimo una risposta.

Contatta l'autore
per ricevere la sceneggiatura

Email

mattiarigatti@gmail.com